Pubblicazioni di Matrimonio

Pubblicazioni di matrimonio (procedura necessaria sia per il rito civile che religioso)

Per potere celebrare un matrimonio civile, e religioso avente effetti civili, occorre fare richiesta di pubblicazioni presso il Comune ove uno dei due futuri sposi è residente.
Le pubblicazioni restano affisse per 8 giorni consecutivi, presso l’albo pretorio on line del Comune.
Il matrimonio deve essere celebrato entro 6 mesi (180 gg).
(se è stata concessa dal Tribunale riduzione del termine di pubblicazione o dispensa della stessa, deve essere prodotto il relativo decreto )
I certificati occorrenti per la pubblicazione hanno una validità di 6 mesi.

Possono farne richiesta
coloro che hanno i requisiti necessari, previsti dal codice civile, per sposarsi e quindi:
·         due persone di diverso sesso,che hanno lo stato libero, cioè non legati da un precedente matrimonio civile o religioso con effetti civili;
·         non legate tra loro da vincoli di parentela, di affinità, di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal codice civile (salvo autorizzazione del giudice tutelare);
·         maggiorenni o con almeno 16 anni se muniti di autorizzazione del Tribunale dei Minorenni;
·         cittadini non italiani se in possesso del “nulla osta” del proprio Stato.
Modalità
La coppia prima di recarsi l'ufficio di Stato Civile deve prenotare un appuntamento inviando un’e-mail a protocollo@comune.castelnuovo.si.it
Può presentarsi anche uno degli sposi con la procura dell'altro o una terza persona con la procura dello sposo assente
Se il matrimonio si celebra a Castelnuovo Berardenga con rito civile, ma gli sposi hanno già fatto le pubblicazioni in altro comune, è necessario prenotare (telefonicamente o inviando una mail a protocollo@comune.castelnuovo.si.it) le  sale per la celebrazione, non occorre compilare alcun modulo di richiesta di pubblicazione.

Documentazione

  • Documento d'identità valido (richiesto per tutte le persone che compaiono)
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione
  • Richiesta del parroco o del Ministro di culto ammesso nello Stato per i soli matrimoni da celebrarsi in forma religiosa;
  • Modulo di procura: in caso uno dei due sposi non possa presentarsi per le pubblicazioni ha facoltà di compilare la procura a favore dell'altro o di una terza persona. Il modulo di procura deve essere compilato e firmato dallo sposo assente e accompagnato dalla fotocopia della sua carta d'identità.
  • Nulla osta del Consolato o Ambasciata estera in Italia per i cittadini stranieri.
  • Le donne straniere che intendono contrarre matrimonio che non sia il primo, devono provare, con specifica indicazione sul nulla osta o con sentenza giudiziaria di divorzio, che il precedente vincolo matrimonio è stato sciolto da almeno 300 giorni (art. 89 codice civile).
  • L'autorizzazione del tribunale per i minorenni tra i 16 e i 18 anni di età, per gli sposi legati da vincoli di parentela e affinità.
  • L'autorizzazione del giudice per le donne che hanno sciolto il vincolo di matrimonio precedente da meno di 300 giorni.
  • Decreto del tribunale in caso di concessione della riduzione dei termini delle pubblicazioni o di dispensa.

Cittadini stranieri (comunitari e extracomunitari)

  • Dichiarazione di nulla-osta, prevista dall'art. 116 del C.C., rilasciata in Italia dall'autorità diplomatica (consolato o Ambasciata) del proprio paese presente in Italia.Tale nulla osta deve essere legalizzato o presso la Prefettura dove ha sede l'Autorità diplomatica o presso la Prefettura di Siena, sempre che non si tratti di paese esente da legalizzazione. In mancanza del nulla-osta occorre una sentenza del Tribunale Italiano.

Costo

  • marca da bollo di euro 16,00 se entrambi i nubendi sono residenti a Castelnuovo Berardenga;
  • due marche da bollo di euro 16,00 se uno dei nubendi non è residente a Castelnuovo Berardenga (per la pubblicazione anche presso il suo comune di residenza).

Responsabile procedimento
Ufficiale di stato Civile
Contenuti correlati
Pubblicazioni-Richiesta
Pubblicazioni-Procura Speciale
Pubblicazioni-Scelta regime patrimoniale