Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Variante per interventi puntuali all'interno del Territorio Urbanizzato- approvazione del 22.11.19 (vigente)

Art. 23 Le zone agricole

1. Il territorio aperto è individuato all'esterno delle "Ambiti urbani e/o di interesse urbano" di cui all'art. 31 delle presenti norme.

2. Ai fini di una omogeneizzazione normativa del RU il territorio aperto viene regolamentato, come per gli ambiti urbani, facendo riferimento alla zonizzazione di cui al D.M. 1444/68. Le Zone Omogenee definite dal R.U. per il territorio aperto sono le seguenti:

  1. a) Zona E1: Aree agricole extraurbane: ricomprendono pressoché tutto il territorio aperto;
  2. b) Zona E2: Aree agricole extraurbane di tutela degli insediamenti: costituiscono le parti del territorio aperto poste in prossimità degli insediamenti a tutela degli stessi.
  3. c) Zone Ed: Attività produttive e/o estrattive nel territorio aperto: rappresentano piccole parti di territorio destinate transitoriamente a cave di prestito o dove sono presenti attività produttive, compreso quelle di trasformazione di prodotti agricoli, che necessitano di interventi di trasformazione.
  4. d) Zone Et: Attività turistico-ricettive nel territorio aperto: corrispondono agli immobili dove sono previsti interventi di incremento di attività legate al turismo rurale diverse dall'agriturismo.
  5. e) Zone Er: Aree e/o immobili soggetti a recupero ambientale e/o urbanistico: corrispondono ad aree od immobili soggetti a recupero ambientale in quanto in stato di degrado o dismissione della precedente attività.

3. Il R.U., coerentemente con il P.S., individua nel territorio aperto i seguenti Sistemi e Sub-sistemi territoriali così come articolati nella Tav. 01, definendo per ciascuno di essi all'art.24.13 indirizzi e prescrizioni al fine del perseguimento degli obiettivi individuati dal P.S. tesi alla salvaguardia paesaggistica del territorio ed al mantenimento della diversificazione ecosistemica:

  • - Sistema della Infrastrutturazione Ambientale;
  • - Sub-sistema Chianti delle Fattorie - parte del Sistema del Chianti;
  • - Sub-sistema delle Alte Colline del Chianti - parte del Sistema del Chianti;
  • - Sub-sistema delle Masse di Siena - parte del Sistema delle Masse di Siena e della Berardenga;
  • - Sub-sistema delle Masse della Berardenga - parte del Sistema delle Masse di Siena e della Berardenga;
  • - Sub-sistema delle Colline Boscose - parte del Sistema delle masse di Siena e della Berardenga;
  • - Sub-sistema della Bassa Collina dell'Arbia - parte del Sistema delle Crete dell'Arbia;
  • - Sub-sistema delle Crete dell'Arbia - parte del Sistema delle Crete dell'Arbia;
  • - Sistema del Pian del Sentino.

4. Il territorio rurale è suddiviso in "Aree ad esclusiva funzione agricola" e in "Aree a prevalente funzione agricola".

5. Le Aree ad esclusiva funzione agricola sono quelle dove si riscontra la presenza di miglioramenti fondiari che caratterizzano in modo permanente l'assetto del territorio, il sistema produttivo agrario e il contesto economico, storico e culturale legato alla tradizione agricola. In tali aree, che evidenziano chiaramente la loro vocazione per la produzione di vini ed altri prodotti tipici di alta qualità, sono prioritariamente da salvaguardare e favorire l'agricoltura e le attività ad essa connesse. Sono ad esclusiva funzione agricola le aree ricomprese nei:

  1. d) Sub-sistema Chianti delle Fattorie - parte del Sistema del Chianti;
  2. e) Sub-sistema delle Alte Colline del Chianti - parte del Sistema del Chianti;
  3. f) Sub-sistema delle Masse della Berardenga - parte del Sistema delle Masse di Siena e della Berardenga;

6. Le Aree a prevalente funzione agricola sono le parti di territorio aperto la cui connotazione paesistica, ambientale, insediativa ed economica risulta legata storicamente ed attualmente all'attività di coltivazione dei suoli ed in cui a tale attività ne sono state affiancate o integrate altre di natura extragricola che ne hanno in parte mutato la ragione economica ed insediativa. Sono a prevalente funzione agricola le aree ricomprese nei:

  1. g) Sistema della Infrastrutturazione Ambientale;
  2. h) Sub-sistema delle Masse di Siena - parte del Sistema delle Masse di Siena e della Berardenga;
  3. i) Sub-sistema delle Colline Boscose - parte del Sistema delle masse di Siena e della Berardenga;
  4. j) Sub-sistema della Bassa Collina dell'Arbia - parte del Sistema delle Crete dell'Arbia;
  5. k) Sub-sistema delle Crete dell'Arbia - parte del Sistema delle Crete dell'Arbia;
  6. l) Sistema del Pian del Sentino.