Schede norma

R5- Circolo Filarmonica di Pianella

Descrizione dell'area e dell’immobile:

L’area è ubicata nella parte nord del centro abitato di Pianella lungo Via delle Fonti. Attualmente il complesso immobiliare è costituito da un edificio censito all’interno del SIT comunale con la scheda del patrimonio urbano n.214, in parte utilizzato con destinazione ricreativa (Circolo della Società Filarmonica di Pianella) ed in parte ad attività direzionale, pubblici esercizi e di servizio pubblico e privato.

Obiettivi da perseguire:

Valorizzare l’immobile anche per funzioni diverse da quelle attuali.

Funzioni e destinazioni d'uso:

Ai sensi dell’art. 16 delle NTA: residenziale, artigianale di servizio, commerciale di vicinato, pubblici esercizi, direzionale, di servizio pubbliche e private.

Strumenti attuativi:

Intervento Diretto convenzionato cosi come definito all’art. 13 delle NTA

Parametri urbanistici:

SUL max = SUL esistente (800 mq)

RC = SC/SF = RC esistente

H max = 2 piani

Sono consentite le pertinenze così come definite all’art.15.12 delle NTA.

Le superfici da destinare a parcheggi privati e privati di uso pubblico devono rispettare i minimi previsti all’art.17.4 delle NTA.

Prescrizioni e indirizzi progettuali:

Gli interventi previsti dovranno rispettare le categorie di intervento e gli indirizzi contenuti agli artt. 18 e 19 delle NTA; particolare attenzione dovrà essere posta nell’uso dei nuovi materiali da utilizzare nel recupero architettonico degli immobili esistenti e nella costruzione di nuovi volumi pertinenziali. E’ fatto obbligo mantenere il piano terra a destinazioni collettive, quand’anche di tipo privato (esercizi pubblici, auditorium). Per quanto riguarda gli aspetti vegetazionali del verde pubblico e del verde privato essi dovranno fare riferimento agli indirizzi di cui all’art. 20.5 delle NTA. In assenza di cambio di destinazione d’uso potranno permanere le attuali destinazioni d’uso e gli interventi ammissibili sono quelli di cui all’art. 18 e 19 delle NTA fino alla ristrutturazione edilizia. Per quanto riguarda le direttive ambientali e la fattibilità geologica, idraulica e sismica si fa riferimento agli artt.20 e 22 delle NTA e agli elaborati contenuti nella Tav.13.9 del R.U.. Per quanto non specificato si fa riferimento alle norme di carattere generale contenute nelle NTA.