Norme Tecniche di attuazione del Piano Strutturale

art. 56 Sistema della Infrastrutturazione Ambientale

1. Il territorio è caratterizzato dal corso dei fiumi Ombrone, Ambra, Arbia, Malena e Bozzone, compresi i "borri" affluenti. Comprende i greti dei corsi d'acqua, ove domina la tipica vegetazione riparia (con prevalenza di quercia, pioppo, ontano, olmo, carpino, frassino e, nel sottobosco, felci, rovi, ginestre, tife) e le limitrofe piane.
Si tratta di aree in cui prevale un'agricoltura di fondovalle di tipo estensivo con vegetazione ripariale ed acquatica lungo i corsi d'acqua. Tali zone, grazie alla interazione tra formazioni arboree, arbustive ed erbacee di tipo naturale e zone coltivate, svolgono un importantissimo ruolo di corridoio biologico tra corpi boscati.
Nel Sistema si registra una prevalenza di maglia media con seminativi di fondovalle che nella parte est del Comune comprende anche qualche emergenza naturale geologica tipica delle argille. Si tratta di zone caratterizzate da scarsità di colture arboree con presenza dominante di seminativi o prato-pascolo, tendenza alla semplificazione colturale. Presenza di viabilità poderale e permanenza di siepi e di formazioni lineari arboree.

2. Costituiscono elementi di valore assunti come durevoli nel presente P.S.:

  • - il corredo vegetale arboreo, arbustivo e erbaceo delle aree perifluviali;
  • - la continuità territoriale della rete;
  • - le forme regolari delle sistemazioni agrarie di pianura.

3. Sono invarianti caratterizzanti:

  • - Viabilità vicinale
  • - Infrastrutturazione ecologica
  • - Ambiti per l'istituzione di anpil, riserve e parchi