25.11.2019 - Dal consiglio comunale no a ogni forma di violenza

Castelnuovo Berardenga conferma e consolida il suo impegno contro la violenza di genere e contro ogni forma di eversione fascista e antisemita. Nei giorni scorsi il consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno presentati dal gruppo consiliare di maggioranza Scelgo Castelnuovo Berardenga per ribadire il contrasto a ogni forma di violenza, impegnando la giunta a portare avanti attività e iniziative rivolte a tutta la cittadinanza per promuovere una costante sensibilizzazione su questi temi.

Variazione di bilancio per telecamere e Case dell'Acqua. Nel corso della seduta, è stata approvata anche una variazione al bilancio di previsione che permetterà l’installazione di nuove videocamere sul territorio comunale entro i prossimi mesi e l’apertura, nei prossimi giorni, di due Case dell’Acqua nelle frazioni di Pianella e Pancole. 

L’ordine del giorno sulla violenza di genere è stato presentato in vista della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella giornata di oggi, lunedì 25 novembre e impegna il Comune castelnovino a promuovere campagne di informazione sui temi della Convenzione di Istanbul e a incentivare l'attuazione di progetti educativi che diano voce alla percezione dei ragazzi sui temi sul tema della differenza di genere per promuovere la parità tra i sessi attraverso l'educazione scolastica. L’ordine del giorno, inoltre, impegna il Comune di Castelnuovo Berardenga ad assumere un linguaggio non sessista in tutti gli atti e i luoghi di discussione del Comune stesso e a contrastare il fenomeno dell'hate speech, ossia dell'odio online, sollecitando anche riflessioni sul tema della libertà della donna e del ruolo dell'uomo nella società. L’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità. 

L’ordine del giorno contro l’eversione fascista, invece, parte dai recenti fatti accaduti in provincia di Siena con il sequestro di un arsenale di armi, esplosivi e oggetti vicini all'ideologia fascista e nazista nelle abitazioni di dodici persone legate ad ambienti dell’estremismo di destra e ribadisce l’antifascismo come radice ideale e culturale da cui nasce la Repubblica Italiana e la sua Costituzione. L’atto condanna con fermezza tutte le iniziative che diffondono idee e comportamenti ispirati a sentimenti antidemocratici, odio razziale, omofobia, antisemitismo, fascismo e nazismo, prendendone le distanze come consiglio comunale castelnovino. L’ordine del giorno è stato approvato con il voto favorevole dei gruppi consiliari Scelgo Castelnuovo Berardenga e Potere al Popolo e quello contrario del gruppo consiliare Centrodestra per Castelnuovo. 

“Con i due ordini del giorno - afferma Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga - abbiamo ribadito l’importanza di valori quali democrazia, uguaglianza e libertà che sono alla base della Costituzione Italiana. Valori in cui la nostra comunità crede da sempre e che trovano pieno sostegno nelle attività che l’amministrazione comunale porta avanti contando anche sul prezioso tessuto associativo. Forti di questi due atti approvati dal consiglio comunale, intensificheremo le iniziative guardando anche alle scuole e ai nostri cittadini più giovani, che rappresentano il futuro della comunità e del territorio”.