Città Slow

CittàSlow: Qualità e Benessere

Logo di Città SlowIl Comune di Castelnuovo Berardenga ha aderito al movimento CittàSlow, con deliberazione consiliare n. 95/99, riconoscendo e condividendo la necessità che lo sviluppo delle comunità locali si fondi sulle capacità di ritrovare una propria identità ispirata alla qualità della vita in tutti i suoi aspetti.

Che cos'è il movimento CittàSlow?

CittaSlow - Citta del buon vivere - è un movimento nato nel 1997 con lo scopo di perseguire obiettivi comuni tra cittadini e Amministratori e Amministratori di varie città per migliorare la qualità dell'accoglienza, dei servizi, del tessuto urbano, dell'ambiente, della buona tavola e del buon vivere.
Aderendo al movimento, il Comune ha sottoscritto una serie di impegni, il cui rispetto è una condizione necessaria per mantenere la certificazione di durata triennale, confermata attraverso una periodica attività di verifica (AUDIT).

Cosa caratterizza le CittàSlow?

  • una Politica Ambientale tendente a mantenere e sviluppare le caratteristiche del territorio e del tessuto urbano, valorizzando in primo luogo le tecniche del recupero e del riuso.
  • una Politica delle Infrastrutture che sia funzionale alla valorizzazione delle territorio e non alla sua occupazione.
  • la Promozione di un uso delle Tecnologie orientato a migliorare al qualità dell'ambiente e del tessuto urbano.
  • L'incentivazione della produzione e dell'uso di prodotti alimentari ottenuti con tecniche naturali compatibili con l'ambiente, con l'esclusione dei prodotti transgenici, provvedendo, ove sia necessario, alla istituzione di presidi per la salvaguardia e lo sviluppo delle produzioni tipiche in difficoltà.
  • la Salvaguardia delle produzione autoctone che hanno radici nella cultura e nelle tradizioni e che contribuiscano alla tipizzazione del territorio, mantenendone i luoghi e i modi, promuovendo occasioni e spazi privilegiati per il contatto diretto tra consumatori e produttori di qualità.
  • la Promozione della cultura dell'ospitalità come momento di reale collegamento con la comunità e con le sue specificità, rimuovendo gli ostacoli fisici e culturali che possono pregiudicare l'utilizzazione piena e diffusa delle risorse della città.
  • la Promozione della consapevolezza di vivere in una cittaslow tra tutti i cittadini e non solo tra gli operatori, conuna particolare attenzione al mondo dei giovani e della scuola, attraverso l'introduzione sistematica della educazione al gusto.

Le città aderenti si impegnano...

  • A diffondere le iniziative delle CittaSlow e a rendere note le iniziative adottate per raggiungere gli obiettivi del movimento,
  • Ad applicare, nel rispetto delle specificità locali, le scelte condivise dalle CittaSlow ed a favorirne la verifica da parte degli incaricati del movimento sulla base dei parametri che saranno concordati per la valutazione dei risultati delle iniziative
  • a contribuire, in ragione delle proprie disponibilita', alle iniziative di interesse generale che saranno